RELAZIONE SULL’ATTIVITA’ SVOLTA NELL’ANNO 2020 - Sezione Territoriale di Trapani

RELAZIONE SULL’ATTIVITA’ SVOLTA NELL’ANNO 2020

    Cari Amici,

il 2020 doveva essere l’anno del giubilo per i nostri iscritti, l’anno in cui tutti noi avremmo provato sentimenti di intensa gioia per le celebrazioni del centenario della nostra Unione; l’anno del XXIV Congresso Nazionale, importante scadenza quinquennale che segna il termine di fine mandato per tutti i dirigenti in carica, ai vari livelli istituzionali (territoriale, regionale e nazionale) e che porta, dopo le elezioni, al rinnovo di tutti gli organi associativi dell’Ente. Invece, ahimè, è stato l’anno della disperazione, del dolore e della solitudine a causa della pandemia da COVID 19 che ha investito, drammaticamente, il nostro Paese e l’intero pianeta. L’Umanità è stata colta alla sprovvista da un virus subdolo ed insidioso che ha seminato morte e sofferenza, ed ha generato il crollo delle economie di tutto il mondo, aumentando ovunque i livelli di povertà e amplificando le diseguaglianze sociali.

Davvero un anno terribile e difficile, che ci sentiamo ancora addosso.

Il prezzo più elevato, com’era prevedibile, lo hanno pagato le persone con disabilità, le quali oltre a soffrire più degli altri la solitudine, hanno visto drasticamente ridotti i livelli di assistenza sociale erogati dagli enti locali e dalle Associazioni di categoria.

La nostra Unione, pur in un contesto nazionale reso complicato a causa dell’elevato rischio di contagio, soprattutto nella prima fase della pandemia (marzo/aprile), ha adottato iniziative e provvedimenti nell’intento di attenuare l’enorme disagio sofferto dai nostri soci per via della difficile situazione di confinamento obbligatorio a casa.

Il Governo, dal canto suo, il 17 marzo ha emanato il decreto legge CURA ITALIA introducendo, tra l’altro, misure che ci hanno riguardato molto da vicino non solo come cittadini, ma anche come persone con disabilità.

Di maggior rilievo le misure relative alla fruizione della Legge 104/92. I giorni disponibili aggiuntivi, complessivamente fruibili entro il 30 aprile, sono stati 12 e si sono sommati ai 3 giorni ordinari previsti mensilmente. La misura è stata adottata non solo in favore dei familiari delle persone con disabilità, ma anche dei lavoratori disabili, purché già in possesso, ovviamente, del riconoscimento della Legge 104/92.

La Direzione Nazionale, con un impegno febbrile da parte di molti dipendenti e dirigenti, in quei giorni ha attivato un numero telefonico per rispondere, a turno, ai nostri iscritti e fornire loro chiarimenti in materia.

La sede Nazionale e le sedi Territoriali e Regionali, durante il periodo di chiusura delle attività e delle restrizioni alla mobilità dei cittadini (lock-down nei mesi di marzo e aprile) , sono state presidiate, a turno, da parte del personale dipendente per mantenere l’interlocuzione con i nostri soci tramite telefono, evitando che le persone uscissero di casa e applicando così le disposizioni restrittive emanate dalle Autorità di Governo Nazionali e Regionali.

Inoltre, un numero elevato di consulenti psicologi operanti su tutto il territorio nazionale e collaboratori dell’Unione nell’ambito del progetto “Stessa strada per crescere insieme”, si sono resi disponibili ad offrire ai nostri soci, a titolo gratuito, un supporto psicologico in quella difficile situazione di isolamento dentro le mura domestiche.

La nostra Sezione, oltre a mantenere aperti gli uffici mediante la presenza, a turno, di alcuni dipendenti, avvalendosi della collaborazione dei componenti del Consiglio Sezionale e dei Referenti Comunali ha mantenuto i contatti con la base associativa, facendo sentire, nei vari territori, la presenza dell’Unione.

La nostra struttura territoriale, data la complicata situazione di emergenza sanitaria, è stata costretta ad interrompere, purtroppo, le attività dei progetti di Servizio Civile Universale, nel rispetto anche di specifiche disposizioni emanate dagli Organi che presiedono alla gestione del sistema di S.C.U.  Ciò ha comportato un ulteriore aggravio del disagio sofferto dai nostri assistiti, ce ne rendiamo conto, disgraziatamente non possiamo non rilevare che abbiamo patito tutti un’angosciante sottrazione di libertà e di vita.

Dobbiamo salutare con immensa tristezza alcuni dei nostri soci, residenti in altre province italiane, che, purtroppo, ci hanno lasciato in conseguenza del virus. Alle loro famiglie, agli amici e alle Sezioni coinvolte vanno i sensi del nostro cordoglio profondo e della vicinanza di tutta la nostra grande famiglia.

L'emergenza COVID 19 ed il conseguente lock-down disposto dalle Autorità Governative l’11 Marzo 2020 ha imposto, tra l'altro, la sospensione delle Assemblee sezionali dell'Unione in tutto il territorio nazionale. Sospensione che ha comportato il rinvio, a data da destinarsi, delle Assemblee medesime.

L'andamento della pandemia nel nostro Paese ha mostrato, nei mesi successivi al lock-down (marzo/aprile), un confortante graduale rallentamento dovuto soprattutto alle misure restrittive adottate dal Governo Nazionale e, per quanto riguarda la Sicilia, con apposite ordinanze, dal Presidente della nostra Regione, dove l'epidemia non aveva assunto gli aspetti e le conseguenze drammatiche che si erano verificate invece nel Nord Italia.

Riscontrato che il rischio del contagio andava attenuandosi, le Autorità di Governo Nazionale e Regionale hanno disposto, sin dal 27 Aprile, un graduale allentamento delle misure restrittive della libertà di mobilità dei cittadini, che è stato accompagnato dall'autorizzazione a riprendere selettivamente le attività economiche e professionali sospese nel periodo in cui si era raggiunta la crescita esponenziale del contagio.

A partire, prima dal 4 Maggio e, successivamente, dal 18 dello stesso mese è stato concesso un ulteriore e significativo allentamento dei vincoli imposti alle attività economiche e alla socializzazione delle persone, pur con l'obbligo di osservare scrupolosamente le misure e le cautele per impedire la risalita della curva del contagio (uso obbligatorio delle mascherine, distanziamento fisico tra le persone, lavaggio e disinfezione frequente delle mani, sanificazione degli ambienti di lavoro e di accoglienza, divieto di assembramenti).

Infine, a decorrere dal 3 Giugno, è stata ripristinata la libera circolazione delle persone in tutto il territorio nazionale, fermo restando l'obbligo di adottare le misure cautelari sopra ricordate.

Pertanto, la Direzione Nazionale, dietro preciso mandato del Consiglio Nazionale, con il comunicato n. 91 del 03/06/2020, ha elaborato le linee guida per l'organizzazione e lo svolgimento delle Assemblee Sezionali per il conseguente rinnovo degli Organi associativi territoriali e regionali.

Sulla base delle indicazioni ricevute dal superiore Organo Nazionale, in deroga alle norme regolamentari vigenti e limitatamente all'anno 2020, il Consiglio Sezionale ha provveduto a convocare l'Assemblea Ordinaria Precongressuale della nostra Sezione - a suo tempo fissata per Sabato 4 Aprile 2020, di cui all'avviso di convocazione prot. n. 147 /2020 inviato ai soci in data 10.03.2020 - per Domenica 19 Luglio 2020 a MARSALA e contestualmente nei comuni di TRAPANI, ALCAMO e SALEMI, provvedendo ad istituire delle sottoassemblee separate, collegate a distanza all'Assemblea principale. Detta determinazione è stata adottata tenendo conto dell'obiettivo di favorire la più ampia partecipazione attiva dei soci nel rispetto della loro salute e sicurezza e con l'osservanza della normativa vigente emanata dal Governo Nazionale e dalla Regione Siciliana per limitare al massimo il rischio di contagio.

Le sedi presso le quali si sono svolte l'Assemblea Principale e le Sottoassemblee separate sono state le seguenti:

  • MARSALA (assemblea principale): New Hotel Palace - Lungomare Mediterraneo, 57 – Marsala
  • TRAPANI (sottoassemblea separata): Sala Laurentina - via Gen. Domenico Giglio, 21 - Trapani
  • ALCAMO (sottoassemblea separata): Parrocchia Santa Maria di Gesù Piano S. Maria, 28-Alcamo
  • SALEMI (sottoassemblea separata): Centro KIM'S -via Rocco Chinnici, 2-Salemi

Per evidenti ragioni di sicurezza e per garantire il rispetto della salute dei partecipanti, non ha avuto luogo il pranzo sociale.

L’assemblea così costituita ha trattato il seguente ordine del giorno:

  1. Elezione a scrutinio palese - ai sensi dell'art. 19 (S) comma 3 lettera a) - del Presidente e Vice Presidente dell'Assemblea, di n. 3 Questori vedenti e n. 5 scrutinatori (di cui n. 3 vedenti e n. 2 non vedenti e/o ipovedenti purché a conoscenza del sistema di scrittura - lettura Braille) con compiti di verifica dei poteri e di curare le operazioni di votazione e di spoglio dei voti;
  2. Istituzione di n. 3 sottoassemblee collegate online all'Assemblea principale nei territori di Trapani, Alcamo e Salemi; elezione di Vice Presidente e nomina di tre scrutatori, per ciascuna sottoassemblea, con il compito di gestire in loco le votazioni, sigillare le urne e recapitarle a Marsala nel luogo dell'Assemblea principale (giusta delibera del Consiglio Sezionale in data 24.06.2020);
  3. Comunicazioni del Presidente dell'Assemblea;
  4. Relazione sull'attività svolta nell'anno 2019;
  5. Bilancio consuntivo dell'esercizio 2019;
  6. Variazioni al bilancio di previsione dell'esercizio 2019;
  7. Elezione a scrutinio segreto di n. 7 componenti del Consiglio sezionale, ai sensi dell'art. 19 (S) comma 3 lettera b) e con l'osservanza delle disposizioni contenute nell'art. 25 dello Statuto Sociale e del Regolamento Generale;
  8. Elezione a scrutinio segreto di n. 1 Delegato al XXIV Congresso Nazionale, ai sensi dell'art. 19 comma 3 lettera d dello Statuto Sociale;
  9. Elezione a scrutinio segreto di n. 1 Componente del Consiglio Regionale Siciliano dell'U.I.C.I. ai sensi dell'art. 16 comma 1 dello Statuto Sociale;
  10. Proclamazione degli eletti.

Le operazioni di voto svolte nel corso dell’Assemblea hanno determinato, tra l’altro, il rinnovo del Consiglio sezionale che consta di n. 7 componenti. Sono stati eletti:

  1. Sig Antonio Struppa di Marsala
  2. Giacomo Licari di Petrosino
  3. Mario Brunamonti di Trapèani
  4. Carmelo Fiscelli di Salemi
  5. Vincenzo Bologna di Alcamo
  6. ssa Lidia Di Giorgio di Trapani
  7. Ignazio Grillo di Salemi.

Al termine dei lavori assembleari, il nuovo Consiglio si è insediato nel corso di una seduta convocata per l’occasione ed ha provveduto ad eleggere, nel suo seno, i componenti dell’Ufficio di Presidenza nelle persone di:

1 Sig. Antonio Struppa di Marsala PRESIDENTE

2 Sig. Giacomo Licari di Petrosino VICEPRESIDENTE

3 Geom. Mario Brunamonti di Trapani CONSIGLIERE DELEGATO.

In data 24 Febbraio del corrente anno la Dottoressa Lidia Di Giorgio, componente del neo eletto Consiglio, ha rassegnato le proprie dimissioni dalla predetta carica per motivazioni personali. L’organo consiliare, nella seduta del 26 Febbraio, ha attivato la procedura prevista dall’art. 3 commi 26 e 27 del Regolamento Generale, procedendo alla surroga della componente dimissionaria con il subentro della sig.ra Angela Milazzo, posizionata al primo posto nella graduatoria dei non eletti.

L’Assemblea del 19 Luglio ha eletto anche il nuovo componente del Consiglio Regionale Siciliano dell’U.I.C.I. e iI Delegato al XXIV Congresso Nazionale, nella persona del Dott. Pietro Catalano, presidente sezionale uscente.

Il 3 agosto a Catania si è insediato il neo eletto Consiglio Regionale che ha provveduto ad eleggere il proprio Presidente e altri 4 componenti della Direzione Regionale.

Dopo qualche giorno, la nuova Direzione Regionale ha eletto, nel suo seno, il Vice-Presidente e il Consigliere Delegato. Pertanto, il predetto Organo Regionale risulta oggi così composto:

  1. Prof. Gaetano Minicleri (Enna) PRESIDENTE
  2. Sig.ra Francesca Oliveri (Palermo) VICE-PRESIDENTE
  3. Sig.ra Rosa Lattuga (Catania) CONSIGLIERE DELEGATO
  4. Sig. Salavatore Imbrogio Ponaro (Messina) COMPONENTE
  5. Sig. Vincenzo Gueli (Ragusa) COMPONENTE

Il XXIV Congresso Nazionale, data la situazione di emergenza sanitaria nazionale, si è svolto a Roma in modalità on-line nei giorni dal 5 all’8 novembre 2020 utilizzando apposita piattaforma informatica.

Il Dott. Mario Barbuto è stato rieletto Presidente Nazionale per il quinquennio in corso, ottenendo un consenso pressoché unanime.

Nella Direzione Nazionale, eletta in seno al nuovo Consiglio Nazionale in data 28/11/2020, è entrata a far parte la Dott.ssa Linda Legname di Gela (Caltanissetta), la quale, nel corso della seduta di insediamento di detto organo nazionale, in data 10/12/2020 è stata eletta Vice Presidente Nazionale.

A tutti i nuovi Dirigenti dell’Unione territoriali, regionali e nazionali, risultati vincitori in questa difficile tornata elettorale, auguriamo buon lavoro, con l’auspicio che il loro impegno e la loro azione conducano al raggiungimento di ulteriori importanti traguardi per il bene della nostra Associazione e per continuare ad assicurare ai nostri assistiti una sempre migliore qualità di vita.

Nel corso dell’estate il VIRUS ha notevolmente rallentato la sua aggressività di contagio facendoci illudere che fossimo arrivati ormai alla fine del tunnel. Dopo mesi vissuti con angoscia e disperazione credevamo tutti di essere finalmente liberi! Questo nuovo stato d’animo, però, non ha avuto vita lunga. Ci sbagliavamo a credere che si stesse  procedendo verso una nuova normalità che tutti auspicavamo stabile e duratura.

Con l’avvio dell’autunno, la pandemia, nel nostro Paese e nel resto d’Europa, ha ricominciato a mordere lentamente ma inesorabilmente, scivolando verso una seconda ondata di infezioni che, ben presto, si è rivelata ancora più devastante della prima, con migliaia di morti in tutto il territorio nazionale e con un drammatico affollamento di pazienti COVID negli ospedali.

Per fortuna, in questa tragica situazione di emergenza planetaria, plasmata da sconforto e rassegnazione, si è accesa una piccola luce in fondo al tunnel. Lo sforzo collettivo di scienziati di tutto il mondo e l’investimento di ingenti risorse finanziarie hanno fatto il miracolo: lo sviluppo, in tempi incredibilmente brevi, come non era mai accaduto in passato, di diversi vaccini anti-covid  sicuri ed efficaci. La loro produzione e distribuzione procede con lentezza rispetto alle pressanti richieste delle comunità, tuttavia siamo fiduciosi che nei prossimi mesi l’intero ciclo dei vaccini possa registrare la necessaria accelerazione, al fine di mitigare efficacemente l’andamento della pandemia e mettere al sicuro soprattutto i soggetti più fragili che sono più esposti al rischio di infezioni molto gravi.

In un Paese gravemente ferito e costantemente in stato di emergenza, con una crisi sanitaria, economica e sociale spaventosa, la nostra grande Associazione, a piccoli passi, uno dietro l’altro, ha cercato, pur nel rispetto della salute e della sicurezza dei nostri soci e accompagnatori secondo le normative e le ordinanze vigenti, di riprendere le attività associative ai vari livelli nazionale, regionale e territoriale, adottando misure e provvedimenti per determinare le condizioni più favorevoli alla partecipazione dei soci alla vita associativa.

La ripresa dell’ attività ha così consentito di assicurare nuovamente ai nostri iscritti l’azione di assistenza e sostegno che era venuta a mancare durante il lungo periodo di chiusura del Paese.

In particolare, la nostra Sezione, a partire dal mese di Giugno ha ripreso, con ogni cautela e prudenza, le attività connesse all’attuazione dei progetti di Servizio Civile Universale, il servizio di Segretariato Sociale, di assistenza e consulenza scolastica, e così via.

Come abbiamo osservato, il 2020 è stato un anno davvero difficile!

Ci rammarichiamo per aver fatto mancare ai nostri soci, nostro malgrado, la consueta assistenza e facciamo appello alla loro comprensione, assicurando che continueremo ad operare, pur in presenza di permanenti situazioni di difficoltà organizzative, per garantire loro sempre migliori condizioni di vita.

Confidiamo che il nostro operato, nei vari ambiti di intervento, che qui di seguito descriviamo, possa essere valutato ed interpretato alla luce di tutto quanto, purtroppo, è accaduto nel corso del precedente anno sociale, tenendo presente, comunque, che si è  trattato di un autentico sforzo comune sostenuto da spirito di servizio e costante ed intenso senso di appartenenza.

Base associativa e organico della sezione.

 

All’inizio del 2020 risultavano iscritti alla Sezione n. 410 soci. Nel corso dell’anno abbiamo contato n. 17 nuove iscrizioni; n. 26 soci, invece, sono deceduti; inoltre sono stati cancellati dall’Anagrafe Unica Nazionale n. 3 iscritti per recesso dal rapporto associativo. Alla fine dell’anno gli iscritti si erano ridotti, complessivamente, di 12 unità, scendendo a 398 soci.

La composizione quali - quantitativa della compagine sociale e la sua evoluzione rappresentano una criticità con cui ci si dovrà misurare nell’immediato futuro. Tale criticità, a dire il vero riscontrabile in altre strutture territoriali della Regione, dipende da due fattori cruciali: l’uno riconducibile alla composizione, per fasce di età, della base associativa, l’altro dalla carenza di politiche di marketing capaci di favorire una maggiore visibilità della Sezione e dei servizi resi agli utenti.

Da una breve indagine condotta nell’anagrafe dei soci è emerso che una elevata aliquota (59%) dei nostri iscritti è costituita da persone anziane (oltre sessantacinque anni), più esposte, per cause naturali, al rischio di decesso; questo è un dato di fatto, pressoché immodificabile nel tempo, atteso che sono proprio le persone con età avanzata, di norma, ad essere maggiormente colpite dalle patologie oculari. Nello scorso anno le nuove iscrizioni sono state 17, insufficienti a fronteggiare le cancellazioni riferite, soprattutto, alle persone decedute, e quindi a mantenere quanto meno stabile la consistenza numerica della base associativa.

E’ necessario porre in essere iniziative ed adottare nuove misure organizzative per evitare ulteriori consistenti diminuzioni nette del numero complessivo degli iscritti.

Mette conto rilevare che se, da un lato, è vero e giusto che l’Unione abbia sempre assistito, ed assista indistintamente tutti i non vedenti e ipovedenti prescindendo dall’appartenenza associativa, dall’altro è altrettanto vero che l’importanza e, talvolta, la forza contrattuale di una associazione dipendano anche dalla sua rappresentatività, cioè dal numero dei propri iscritti.

Rinnoviamo il nostro appello ai soci per chiedere sostegno e solidarietà’ per il nostro impegnativo lavoro e per contribuire a pubblicizzare, con ogni mezzo, il valore dell’iscrizione al nostro Ente.

Il nostro dipendente Rag. Claudio Pellegrino, impiegato di primo livello con il ruolo di segretario sezionale e le mansioni anche di economo, a partire dalla data del 1° Giugno 2020 è stato collocato in pensione avvalendosi delle agevolazioni previdenziali previste dalla nuova disciplina di cui alla cosiddetta quota 100.

In questa occasione esprimiamo al rag. Pellegrino gratitudine ed apprezzamento per la fattiva collaborazione prestata in 40 anni di servizio alle dipendenze della Sezione, formulando voti augurali allo stesso per un sereno e pieno godimento del meritato riposo dal lavoro svolto.

A seguito del collocamento in pensione del predetto dipendente il Consiglio, nel corso della seduta del 06.05.2020, ha deliberato di nominare il Dott. Salvatore Bonfiglio segretario sezionale, affidandogli anche l’incarico di economo e concedendo, contestualmente, allo stesso l’avanzamento dal secondo al primo livello economico - retributivo, posizione tabellare in precedenza fruita dal rag. Pellegrino.

Siamo pienamente convinti che la designazione del nuovo segretario sezionale sia ricaduta su un valido collaboratore in possesso dei requisiti professionali e di esperienza adeguati allo spessore funzionale e all’importanza dell’incarico.

Si è reso anche necessario provvedere tempestivamente all’assunzione di una figura professionale in grado di assicurare lo svolgimento delle mansioni di contabile della Sezione, considerato pure che dal 2019 la struttura ha adottato il nuovo sistema di contabilità generale.

A partire dal 17 febbraio 2020 era stato avviato un percorso formativo professionalizzante, con un tirocinio della durata di sei mesi, in favore della signora Giacoma Biondo di Trapani, finalizzato all’apprendimento del funzionamento del sistema di contabilità finanziaria e del nuovo sistema di contabilità generale. Al termine del tirocino di che trattasi, la signora Biondo, che aveva dimostrato il massimo impegno e dedizione nello svolgimento di tale percorso formativo ottenendo positivi e qualificanti risultati professionali, con Delibera Consiliare del 06.08.2020, è stata assunta con decorrenza 18/08/2020 alle dipendenze della Sezione, con contratto a tempo indeterminato e a part-time a 24 ore settimanali, secondo termini e condizioni previste dal C.C.N.L. del terziario e dei servizi, con l’attribuzione del terzo livello economico-retributivo.

Alla fine del mese di ottobre il nostro dipendente Sig. Salvatore Mascolino, impiegato di terzo livello addetto al segretariato sociale e alla gestione dell’Anagrafe Unica Nazionale dei Soci, si è gravemente ammalate e, purtroppo, non ha piu’ ripreso il lavoro. Al momento in cui scriviamo, il nostro caro dipendente è ancora ricoverato in ospedale in gravissime condizioni; da notizie ricevute dalla famiglia abbiamo appreso che è stata attivata la procedura medico-legale per il riconoscimento della inabilita’ al lavoro e il conseguente collocamento in pensione.

Rivolgiamo al Sig. Mascolino e ai suoi cari i nostri autentici sentimenti di vicinanza ed affetto, con l’accorato augurio di una pronta e definitiva guarigione.

La Sezione Territoriale di Trapani dell’U.I.C.I., con le sue rappresentanze comunali (Marsala, Alcamo, Mazara del Vallo, Castelvetrano, Salemi, Petrosino), nel 2020, ha svolto la propria attività istituzionale ed associativa, al servizio del territorio di competenza, alla luce dei principi e dettami contenuti nello Statuto Sociale tenendo presenti il programma di attività approvato dall’Assemblea ordinaria dei soci del 23/11/2019, la specificità del ruolo di rappresentanza e tutela dei diritti a livello locale, le capacità operative rese possibili dalla struttura organizzativa esistente e la compatibilità delle varie iniziative e progetti con un prudenziale impiego delle risorse finanziarie disponibili.

Pur in un contesto reso complicato a causa della pandemia da COVID 19, riteniamo di aver assolto il nostro impegno con dedizione e puntualità nella consapevolezza che l’esercizio della nostra azione è rivolto principalmente al soddisfacimento delle esigenze dei ciechi e degli ipovedenti del territorio provinciale.

Prevenzione della cecità e delle patologie oculari. Ambulatorio oculistico.

Data l’emergenza sanitaria che ha investito il Paese all’inizio del 2020, il programma di prevenzione  è stato interamente realizzato dall’ambulatorio oculistico sezionale mediante l’offerta gratuita di visite oculistiche effettuate presso la nostra struttura sanitaria, la cui dotazione strumentale è stata di recente ulteriormente arricchita con l’acquisto di un tavolino ad elevazione elettrica e di una lente di Volk tre specchi Goldmann Laser per l’esame della pupilla.

La metodica della visita è stata svolta, come sempre, con la verifica dell’acutezza visiva e della visione tridimensionale e con l’esame ortottico. Si è incentrato tutto sulla valutazione della situazione funzionale dell’occhio e, in alcuni casi, l’identificazione di quadri patologici ha comportato il suggerimento ai pazienti di ricorrere a ulteriori approfondimenti diagnostici che sono stati puntualmente effettuati gratuitamente presso la struttura sanitaria della nostra Sezione.

L’insorgere dell’emergenza COVID 19 ha costretto la Sezione a sospendere l’attività ambulatoriale per 60 giorni, a partire dall’inizio del mese di Marzo. A Maggio la struttura ha ripreso gradualmente la normale attività, riuscendo a recuperare il fatturato fino ad arrivare al sostanziale pareggio dei volumi operativi con quelli registrati nell’anno precedente, con positive ricadute sul margine operativo lordo quale fonte di autofinanziamento.

Occorre proseguire nell’azione di monitoraggio dell’attività ed assumere provvedimenti e misure sempre coerenti con l’intento di accrescere ulteriormente i volumi operativi, nella consapevolezza che l’autofinanziamento prodotto dall’ambulatorio, in presenza di eventuali decrescenti quote di finanziamento pubblico, rappresenta linfa vitale per il mantenimento dell’equilibrio finanziario ed economico.

Servizio Civile Universale.

A seguito della completa riapertura delle attività economiche nel paese e della eliminazione delle restrizioni alla mobilità dei cittadini, il 23 Giugno 2020 sono state avviate le attività previste dal progetto di Servizio Civile Universale denominato Officina del lavoro sociale  – Trapani, a suo tempo approvato dal competente Dipartimento Governativo. Tale progetto, realizzato con l’impiego di n. 50 giovani operatori volontari presso le sedi accreditate di Trapani, Marsala, Mazara del vallo, Alcamo e Castelvetrano, si concluderà il 24 giugno 2021. Esso, inoltre, recepisce alcune delle innovazioni normative introdotte dal D.lgs. n. 40/2017 che prevedono, tra l’altro, in maniera specifica, la partecipazione di giovani con minori opportunità ed altre misure aggiuntive, con l’obiettivo di contribuire a creare, mediante specifici percorsi formativi, opportunità di inserimento lavorativo dei giovani volontari.

In data 14 novembre 2019 era iniziata l’attuazione del progetto di Servizio Civile denominato Percorsi di Libertà – Trapani, per l’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili. Tale progetto – approntato ai sensi dell’art. 40 della Legge 289/2002 – si avvaleva della collaborazione di n. 20 giovani operatori volontari. La sua conclusione prevista per il 13 Novembre 2020, a causa dell’emergenza COVID 19, ha visto slittare i termini di conclusione di 45 giorni, spostando la data di chiusura del progetto al 7 di gennaio 2021. I volontari, a suo tempo posti obbligatoriamente in permesso straordinario CODIV 19 per 15 giorni, a causa del lock-down, sono stati collocati in aspettativa per la intervenuta sospensione cautelare delle attività progettuali, fino alla loro successiva ripresa a partire dal 09.06.2020.

In buona sostanza, nel corso del 2020 la Sezione ha beneficiato della collaborazione di n. 70 giovani volontari che hanno contribuito, con le loro prestazioni e l’attività di assistenza realizzata soprattutto con i servizi di sostegno alla mobilità, a migliorare la qualità della vita dei nostri assistiti.

Va sottolineato, inoltre, che durante l’anno 2020 il competente Ufficio Governativo ha riconosciuto l’accreditamento della sede di attuazione S.C.U. nel Comune di Petrosino, sita nella via Michele Angileri snc.

In relazione alle modifiche normative introdotte nella disciplina di settore, le attività di programmazione e di progettazione sono state affidate alla Presidenza Nazionale dell’Unione, la quale, nel corso del 2020, ha nominato due consulenti per la redazione del Programma di intervento previsto dalla nuova normativa, e dei relativi progetti. Nel mese di Novembre 2020 l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti è stata destinataria di finanziamenti per n. 7 progetti riferiti a tutto il territorio nazionale per un totale di 978 volontari. Di questi n. 40 volontari saranno destinati alla Sezione Territoriale di Trapani nell’ambito di tre progetti che interesseranno n. 8 sedi di attuazione: Trapani via Orti, Trapani via Livio Bassi, Marsala, Mazara del Vallo, Alcamo, Salemi, Petrosino, Castelvetrano. I progetti in parola saranno attuati nel corso del 2021.

Istruzione. Assistenza e Consulenza Scolastica.

Il servizio di assistenza scolastica, da quando con legge regionale sono state abolite le Province siciliane, è assicurato, come è noto, dalla Regione per il tramite dei Comuni, dei liberi consorzi e delle Città metropolitane operanti nei territori  delle ex Province. Nel nostro territorio tale servizio è prestato nei confronti di alunni e studenti non vedenti, ipovedenti e minorati della vista con disabilità aggiuntive, soci e non soci dell’Unione.

La nostra Sezione nel 2020, si è avvalsa della collaborazione di due professionisti: la Dr.ssa Alessia Licari, Responsabile del settore istruzione, nominata con delibera del Consiglio Sezionale del 06.08.2020, e il dr. Gioacchino Di Gloria, Tiflologo del Centro di Consulenza Tiflodidattica di Agrigento, attivandosi per il reperimento di materiale tiflodidattico di cui gli utenti non vedenti ed ipovedenti hanno manifestato la necessità, mantenendo il collegamento operativo con la Stamperia Regionale Braille di Catania per la fornitura di libri trascritti in Braille ed in large print, per gli alunni con disabilità visiva.

L’attività in parola ha subito nel corso dell’anno una interruzione in concomitanza con la chiusura di tutte le attività scolastiche disposte dalle Autorità Governative Nazionali e Regionali.

La figura del responsabile del settore istruzione all’interno della nostra Organizzazione riveste carattere di essenzialità per l’attuazione delle finalità istituzionali ricomprese nell’art. 2 lettera (c) dello Statuto Sociale. In  particolare, è necessario che la Sezione si faccia carico di seguire i percorsi formativi scolastici degli alunni e studenti con disabilità visiva frequentanti le scuole di ogni ordine e grado dell’istruzione, sia per quanto riguarda l’assistenza all’autonomia personale per l’integrazione scolastica, sia in materia di ausili e sussidi tiflodidattici. La presenza nella struttura organizzativa della Sezione di un referente  U.I.C.I. responsabile del settore istruzione è quanto mai indispensabile. Tale figura ha il compito di curare, appunto, il settore dell’istruzione dei disabili visivi, avuto riguardo anche ai rapporti con le Autorità Scolastiche e con le competenti Istituzioni Pubbliche locali e regionali, proponendo azioni progettuali formative e di inclusione scolastica, nonché consulenza per lo sviluppo di interventi a favore di tali soggetti.

 

Emergenza Lavoro.

La formazione professionale dei minorati della vista, il loro inserimento lavorativo nonché la corretta e puntuale applicazione delle normative che regolano la materia, sono ambiti di rilevante importanza per la nostra Associazione.

Siamo pienamente consapevoli del fatto che, per le persone con disabilità visiva, l’istruzione e il lavoro siano obbiettivi fondamentali per la loro reale integrazione sociale, per l’attuazione dei diritti umani, civili e sociali senza discriminazione sulla base della disabilità. Sono mete che, se raggiunte, realizzano l’autodeterminazione e il coronamento di un sogno, la reale conquista delle pari opportunità.

Le problematiche relative all’istruzione e all’inclusione scolastica, in presenza di un quadro normativo da ritenere abbastanza adeguato, sono legate soprattutto alla totale o parziale inosservanza delle disposizioni vigenti. Pertanto, il nostro compito è quello di svolgere una pressante ed incisiva azione di stimolo nei confronti delle Autorità amministrative e scolastiche con lo scopo di ottenere la puntuale e corretta applicazione delle leggi e delle normative di settore.

L’ingresso nel mondo del lavoro delle persone cieche ed ipovedenti, invece, pone problemi di maggiore gravità e complessità.

In altra occasione abbiamo avuto modo di sottolineare che la Legge 113/85, sul collocamento mirato dei centralinisti telefonici non vedenti, rappresenta, ancora oggi, il più importante strumento giuridico per consentire ai disabili della vista di nutrire aspettative di impiego e, quindi, di autorealizzazione personale. Purtroppo, con l’introduzione di nuove tecnologie sono stati ridotti notevolmente i posti di lavoro riservati agli operatori telefonici non vedenti a vantaggio di dispositivi passanti o, comunque, di collegamento automatico. In altre parole, la principale normativa esistente (L. 113/85), che sino ad alcuni anni fa è stata in grado di rappresentare un efficace strumento per assicurare ai non vedenti e ipovedenti occasioni di impiego, appare oggi del tutto inadeguata e scollegata da un contesto sottoposto a continua evoluzione tecnologica. Pertanto, è necessario da un lato che vengano individuate ed istituzionalizzate nuove figure professionali accessibili alle persone con disabilità visiva, dall’altro che si ponga in essere l’implementazione di un rinnovato contesto giuridico, un nuovo assetto legislativo di settore, che abbia la stessa valenza della Legge 113/85 ma che sia riferita, altresì, anche alle nuove figure professionali. Occorre, cioè, ripetere il percorso che circa 40 anni fa portò all’inserimento nel nostro ordinamento giuridico di una legislazione per il collocamento mirato dei centralinisti telefonici non vedenti, che per tanti anni ha assicurato alle persone con disabilità visiva sbocchi occupazionali.

Allora, il compito della nostra Associazione è quello di interloquire con le Autorità Politiche affinché vengano individuati e realizzati nuovi strumenti giuridici che siano in grado di consentire ai nostri giovani la conquista di un posto di lavoro. La soluzione del problema richiede l’impegno da parte di tutti ed una importante azione politica da esercitare in tempi ravvicinati.

La nostra Sezione, dal canto suo e per quanto possibile nel periodo dell’emergenza sanitaria ancora in corso, ha continuato a mantenere i contatti con la locale Direzione Territoriale del Lavoro per monitorare l’andamento della graduatoria provinciale e per verificare se sussistano le condizioni per assumere eventuali iniziative di rigore. A tal fine si segnala che è stato avviato al lavoro presso il Genio Civile di Trapani un socio residente nel comune di Mazara del Vallo iscritto nella graduatoria del cosiddetto collocamento mirato.

 

 

Segretariato Sociale ed Assistenza.

Un importante compito dell’Unione è il sostegno fornito agli assistiti per il riconoscimento della cecità e dell’invalidità civile, nonché per l’ottenimento delle relative prestazioni economiche erogate dall’I.N.P.S.

Come di consueto, abbiamo seguito l’iter delle relative pratiche fino alla conclusione dello stesso.

Abbiamo prestato il nostro aiuto anche nell’espletamento di altri adempimenti burocratici e in problematiche che i soci ci hanno sottoposto.

Pur con le limitazioni imposte dallo stato di emergenza sanitaria nazionale, tuttora in corso, ci siamo impegnati nella tutela degli interessi dei nostri utenti, riguardanti, ad esempio, la materia fiscale, fornendo la necessaria consulenza.

Abbiamo assicurato l’accesso al patrocinio legale gratuito nelle materie previdenziali ed assistenziali; abbiamo continuato a fornire consulenza informatica ai nostri iscritti, avvalendoci della collaborazione dell’Ing. Vito Scuderi, nostro consulente informatico; abbiamo prestato, altresì,  assistenza per l’ottenimento del contrassegno per la sosta dei veicoli nei parcheggi per invalidi; abbiamo fornito assistenza per l’esenzione dal ticket sanitario e per le richieste di ausili e sussidi da presentare all’A.S.P.

Abbiamo fatto in modo che il nostro Segretariato sociale diventasse uno spazio di ascolto, informazione e orientamento. Esso deve essere inteso, altresì, come una “porta di accesso” ai servizi che offre la Sezione, in grado di rispondere ad un’ampia tipologia di esigenze.

Nello svolgimento di tali attività ci siamo avvalsi della preziosa collaborazione dei Referenti Comunali.

Attività della Band musicale della Sezione “U.I.C.I.- PUNTI DI VISTA”.

L’incessante opera di divulgazione del nostro socio Dr. Carmelo Fiscelli di Salemi, musicista e cultore di musica, Consigliere sezionale e già componente della Commissione Regionale di Lavoro “Studi Musicali”, ha fatto in modo che, anche nel corso dell’anno della pandemia, l’attività musicale non subisse sosta.

Ciò ha permesso di infoltire le fila dei musicisti del Gruppo di una unità, un chitarrista ipovedente, con una notevole produzione di eventi di divulgazione della cultura musicale attraverso delle esibizioni sperimentali “da remoto” in varie occasioni, nel prosieguo elencate.

Oggi il gruppo è così composto:

  1. Carmelo Fiscelli (socio e Consigliere sezionale) al sassofono, coordinatore del gruppo;
  2. Vincenzo Bologna (socio e Consigliere sezionale) alle tastiere;
  3. Melchiorre Salerno (socio) alla tromba;
  4. Lidia Di Giorgio (socia) cantante solista;
  5. Giuseppina Mancuso (socia) cantante solista;
  6. Sebastian Cudia (ipovedente) chitarrista.

Si rappresenta di seguito l’elenco degli eventi che hanno visto coinvolti i componenti della Band.

  • Gennaio – donazione di un contributo di euro 400,00 per famiglie bisognose dell’Ecuador. Tale contributo è stato erogato dall’Amministrazione Comunale di Salemi alla Sezione Territoriale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Trapani e, per iniziativa del sig. Fiscelli, contestualmente deliberata dal Consiglio Sezionale, destinata ad un’associazione ecuadoregna per la costruzione di un forno per fare il pane alla popolazione meno abbiente.
  • 1 Maggio – Costruzione e realizzazione di un concerto da remoto con la Libera Orchestra Popolare di Marsala con tema “Hallelujah” di Leonard Cohen. L’iniziativa ha avuto una eco notevole ed è stata condivisa e riproposta sui social media dell’intero territorio nazionale, riscuotendo un grande successo.
  • 23 Giugno – in occasione della Giornata dei migranti e dei rifugiati politici la band ha costruito e realizzato un concerto da remoto in collaborazione con la L.O.P. sul tema del Mar dei migranti. Anche questa iniziativa ha riportato un grande successo, arrivando anche ad avere uno spazio sulle pagine del quotidiano “La Repubblica”.

23 Dicembre – Augurio canoro natalizio a tutti i soci e aperto alla comunità della provincia di Trapani. La Band, sempre da remoto, ha raggiunto i soci e le proprie famiglie con alcuni brani natalizi.

 

 

Iniziative varie.

Lo stato di emergenza nazionale, a causa della pandemia da COVID 19, ha limitato, tra l’altro, la programmazione e l’adozione di iniziative in favore dei soci, atteso il divieto di assembramenti imposti dalle competenti Autorità, che si è tradotto in una drastica limitazione della socializzazione tra le persone. Alcune iniziative, comunque, sono state poste in essere solamente nell’ultima parte dell’anno, seppur con le limitazioni e le cautele imposte dalla ripresa della crescita del contagio verificatasi a partire dall’autunno.  Si riportano di seguito le principali.

  • Luglio – La Sezione territoriale di Trapani ha partecipato al progetto denominato “Gioco la mia parte – Il nuoto per tutti”, realizzato da IRIFOR SICILIA presso Educamp CONI di Marsala, al lido Boeo. I ragazzi ipovedenti che hanno partecipato si sono messi alla prova con un’attività sportiva acquatica, rapportandosi con un attrezzo come la canoa, che migliora la postura, la coordinazione spazio - temporale e l'equilibrio; inoltre rinforza la muscolatura degli arti superiori ed inferiori. I giovani partecipanti hanno socializzato con tutti gli altri ragazzi del centro estivo, hanno superato la paura dell'acqua, hanno aumentato il livello della propria autostima e la consapevolezza delle proprie possibilità. Dopo un primo periodo di esplorazione, si sono spostati in maniera autonoma all'interno del lido Boeo. In questo percorso didattico, sono stati seguiti da insegnanti di Scienze Motorie e dello Sport, da istruttori CONI e da Assistenti all'autonomia personale. Al termine del progetto, si è tenuta una festicciola finale con la partecipazione del Presidente della Sezione territoriale di Trapani, signor Antonio Struppa, e con il responsabile del Centro di documentazione Tiflodidattica della Sicilia Occidentale della Biblioteca per ciechi di Monza, dott. Gioacchino Di Gloria.
  • 14 – 15 Novembre e 5 – 6 Dicembre – partecipazione della Sezione, in qualità di sponsor, alle gare del calendario federale interregionale di tiro con l’arco, tenutesi presso la palestra S. Giuliano di Erice ed organizzate dall’Associazione A.S.D. Arceri di Venere, che ha visto la presenza di un gran numero di atleti e accompagnatori provenienti da tutto il territorio provinciale e dalle altre Province siciliane.

Alla manifestazione hanno preso parte molti atleti disabili e, segnatamente, anche atleti ipovedenti, in una grande festa dello sport e dell’inclusione.

Nell’occasione, la Sezione ha avuto modo di diffondere il proprio messaggio sociale, con esposizione di banners, e di distribuire materiale divulgativo riguardante anche l’attività dell’ambulatorio oculistico.

  • Settembre - è stata presentata, presso l’Irifor Sicilia Onlus una richiesta per aderire ad un progetto finalizzato al sostegno psicologico dei minori  non vedenti e delle proprie famiglie, attraverso il quale potranno beneficiare n. 2  gruppi familiari con soggetti minori affetti da disabilità visiva.
  • 13 Dicembre – La Sezione non ha voluto perdere l’opportunità di manifestare la propria vicinanza ai soci neppure durante la pandemia. A tutti i soci che ne hanno manifestato l’interesse, la Sezione ha fatto recapitare una simbolica quantità di arancine, una pietanza tipica siciliana che si consuma in occasione della ricorrenza della giornata dedicata a Santa Lucia, la Santa protettrice dei ciechi. Nel territorio di Marsala inoltre è stata celebrata la tradizionale Santa Messa alla presenza delle principali Autorità cittadine.

E’ stata l’occasione per far sentire a tutti i soci la vicinanza della Sezione in un periodo nel quale la categoria dei ciechi ha sofferto moltissimo il senso di solitudine e di disagio sociale.

  • 22 Dicembre – La Sezione, in occasione dei tradizionali auguri natalizi, ha raggiunto, a mezzo del servizio postale, tutti i soci della provincia, facendo recapitare loro una confezione di mascherine in tessuto lavabile e personalizzate con il logo UICI, con il duplice scopo di contribuire alla sicurezza sanitaria dei soci e di far sentire la propria presenza in tutte le case dei non vedenti.
  • 27 Dicembre – E’ stata consegnata una targa ad una socia non vedente di Marsala, che ha compiuto il 100 esimo compleanno. Nell’occasione, nella quale è stato organizzato un piccolo rinfresco di ringraziamento da parte della famiglia, sono intervenute, sempre nel rispetto delle attuali regole da osservare in tema di sicurezza sanitaria, parecchie persone del circondario, una troupe televisiva di RAI 3 regionale, una TV locale e, finanche, alcune delle più autorevoli Autorità cittadine.

Trapani, 24/04/2021                                                                          Il Presidente Sezionale

                                                                                (Sig. Antonio Struppa)

 

 

  RELAZIONE SULL’ATTIVITA’ SVOLTA NELL’ANNO 2020RELAZIONE SULL’ATTIVITA’ SVOLTA NELL’ANNO 2020
  Bilancio riclassificato FIRMATO
Conto Economico