Comunicato n.33 del 22.11.2017 - Sezione Territoriale di Trapani

audiolr

COMUNICATO N. 33   DEL 22-11-2017(13 dicembre S. Lucia)

Leggi tutto: Comunicato n.33 del 22.11.2017 - Sezione Territoriale di Trapani

Comunicato n.32 del 31.10.2017 - Sezione Territoriale di Trapani

audiolr

COMUNICATO N. 32   DEL 31-10-2017

(Servizio Civile Nazionale Graduatorie Progetto Be Link - Trapani)

Leggi tutto: Comunicato n.32 del 31.10.2017 - Sezione Territoriale di Trapani

Comunicato n.31 del 31.10.2017 - Sezione Territoriale di Trapani

audiolr

COMUNICATO N. 31   DEL 31-10-2017

(Servizio di trasporto soci per la partecipazione all’Assemblea straordinaria del 19.11.2017)

Leggi tutto: Comunicato n.31 del 31.10.2017 - Sezione Territoriale di Trapani

Comunicato n.30 del 25.10.2017 - Sezione Territoriale di Trapani

audiolr

COMUNICATO N. 30   DEL 25-10-2017

(Relazione programmatica e bilancio preventivo relativi all’esercizio 2018)

Leggi tutto: Comunicato n.30 del 25.10.2017 - Sezione Territoriale di Trapani

Assemblea straordinaria elettiva dei Soci

audiolr

 

 

 


A tutti i Soci
LORO SEDI


Prot. n. 1250/2017
Oggetto: Assemblea straordinaria elettiva dei Soci.

Cari amici,
Domenica 19 novembre 2017, alle ore 8,30 in prima e alle ore 9,30 in seconda convocazione avrà luogo a Salemi presso il “Baglio Borgesati” (strada S.S. 188 - A29 – 1 Km dall’uscita per Salemi), l’Assemblea straordinaria elettiva dei soci di questa Sezione Territoriale, riunita ai sensi dell’art. 19 comma 1 lettera (a) dello Statuto Sociale, per trattare il seguente ordine del giorno:
1. - Elezione a scrutinio palese - ai sensi dell’art 19 (S) comma 3 lettera (a) - del Presidente e Vice Presidente dell’Assemblea, di n. 3 Questori vedenti e n. 5 scrutinatori (di cui n. 3 vedenti e n. 2 non vedenti e/o ipovedenti purché a conoscenza del sistema di scrittura - lettura Braille) con compiti di verifica dei poteri e di curare le operazioni di votazione e di spoglio dei voti;
2. Comunicazioni del Presidente dell’Assemblea;
3. Relazione programmatica relativa all’anno 2018;
4. Bilancio preventivo dell’esercizio 2018;
5. Elezione a scrutinio segreto di n. 9 componenti il Consiglio sezionale, ai sensi dell’art. 19 (S) comma 3 lettera b) e con l’osservanza delle disposizioni contenute nell’art. 25 dello Statuto Sociale e del Regolamento Generale;
6. Proclamazione dei componenti eletti.

Vi invito, pertanto, a voler partecipare, muniti della tessera sociale e del presente avviso, alla predetta Assemblea, alla quale interverranno dirigenti nazionali e regionali dell’Unione.
Saranno ammessi ad esercitare il diritto di voto i soci effettivi maggiorenni e i soci tutori (Legali Rappresentanti dei minori e degli interdetti giudiziali, e i curatori dei minori emancipati e degli inabilitati), purché in regola con il pagamento della quota associativa al 31/12/2016, se già iscritti, e comunque in regola con il pagamento della quota dell’anno in corso (2017), in tutti i casi (art. 3 (S) comma 5).

I soci che non avessero ancora versato la quota sociale per l’anno 2017, sono pregati di farlo al più presto.
Per l’elezione dei componenti il Consiglio sezionale di cui al n. 5 dell’O.d.G. sopra indicato, è data facoltà agli associati, titolari del diritto di elettorato attivo e passivo ai sensi del richiamato art. 3 (S) comma 5, di depositare, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 9 novembre 2017 (art. 25 R. comma 46), presso gli uffici di questa Sezione Territoriale ubicati in via Orti n. 5 Trapani, liste di candidati, nei modi e nei termini previsti dalle vigenti disposizioni statutarie e regolamentari.
Il rag. Claudio Pellegrino (Segretario sezionale) e il Dr. Salvatore Bonfiglio (dipendente) sono delegati a raccogliere le firme di sottoscrizione di eventuali liste, nonché le firme dei presentatori delle liste medesime, presso la segreteria sezionale nei giorni feriali dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 17.30 dal lunedì al venerdì. La sottoscrizione delle liste, secondo quanto previsto dal vigente Regolamento Generale, può essere effettuata davanti ad un Notaio o ad altro pubblico ufficiale abilitato. Per la votazione a scrutinio segreto il votante può avvalersi della scrittura in ”braille” ovvero di quella in “nero” facendosi assistere da una persona di fiducia.
Data l’importanza degli argomenti all’O.d.G. vi prego vivamente di non mancare.
Cordiali saluti

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO
(Dr. Pietro Catalano)

Assemblea straordinaria elettiva dei Soci

{m4a}ottobre2017/Assemblea straordinaria elettiva dei Soci{/m4a}

Comunicato n.30 del 25.10.2017 - Sezione Territoriale di Trapani

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2018

audiolr

 

 BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2018

 


BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2018

{m4a}ottobre2017/Bilancio preventivo anno 2018{/m4a}

Comunicato n.30 del 25.10.2017 - Sezione Territoriale di Trapani

RELAZIONE PROGRAMMATICA RELATIVA ALL’ESERCIZIO 2018

audiolr

 

RELAZIONE PROGRAMMATICA RELATIVA ALL’ESERCIZIO 2018

Cari Amici,
sono trascorsi quindici mesi dal 3 agosto del 2016, data in cui è stata avviata la gestione commissariale della Sezione, nel corso dei quali ci siamo impegnati con determinazione a riportare in equilibrio la situazione amministrativo-gestionale che era stata gravemente inficiata da numerose irregolarità di varia natura, commesse nel periodo di tempo che và dall’aprile 2015 al luglio 2016. Tanti mesi di duro lavoro con un solo obbiettivo: ripristinare un ordinato svolgimento della gestione, nell’interesse preminente ed esclusivo dell’Unione e degli iscritti alla nostra Sezione.
L’azione di risanamento amministrativo, avviata subito dopo il commissariamento, della quale siete stati dettagliatamente informati in occasione dell’Assemblea ordinaria del 2 aprile di quest’anno, ha dato i suoi frutti! Abbiamo riportato ordine nella nostra “Casa Comune”, e, pertanto, siamo pronti a voltare pagina e a ricominciare, con serenità e rinnovato clima di fiducia nel futuro, a perseguire gli scopi, gli obbiettivi che rappresentano la ragion d’essere della nostra Associazione, cioè la tutela dei diritti, l’azione di sostegno ed assistenza, l’istruzione e la formazione professionale, l’autonomia personale, il lavoro, una migliore qualità di vita delle persone cieche ed ipovedenti; tutte finalità di solidarietà sociale per favorire l’inclusione dei disabili della vista nella società.
Con l’odierna Assemblea si conclude il mandato commissariale e, quindi, siete chiamati ad eleggere nove componenti nel nuovo Consiglio Sezionale, che resterà in carica sino al 2020, anno in cui si svolgerà il XXIV Congresso Nazionale dell’Unione.
Il nuovo Organo Consiliare dovrà profondere il massimo impegno nel guidare la Sezione nel prossimo triennio, che sarà caratterizzato, tra l’altro, da importanti innovazioni sul piano normativo ed organizzativo.
Come già riferito nella relazione sull’attività svolta nell’anno 2016, resa all’Assemblea del 2 aprile, il XXIII Congresso Nazionale dell’Unione, tenutosi nell’ autunno del 2015, ha varato il nuovo testo dello Statuto Sociale, contenente importanti modifiche rispetto alla versione precedente ed entrato in vigore nel 2016. A partire da gennaio 2017, sono vigenti il nuovo Regolamento Generale e il nuovo Regolamento Amministrativo-Contabile e Finanziario. Quest’ultimo, in particolare, prevede, tra l’altro, l’introduzione del nuovo sistema di contabilità economico-patrimoniale, tenuto con il metodo della partita doppia, raccomandata dal Congresso, deliberata dal Consiglio Nazionale ed imposta dalle modifiche intervenute nella normativa di settore; una rivoluzione sul piano contabile ed organizzativo che determinerà, verosimilmente, un impatto traumatico nell’apparato esecutivo della Sezione. Dopo l’indispensabile erogazione della formazione specifica ai nostri operatori, seguirà un periodo di transizione in cui il nuovo sistema conviverà con il vecchio, per favorire il complicato processo di adeguamento.
Come ha affermato, di recente, il nostro Presidente Nazionale: “…. L’impegno che ci attende con l’inizio del prossimo anno non è davvero di poco conto! Uno di quei momenti nei quali tutta la nostra struttura organizzativa e tutte le nostre capacità tecniche e dirigenziali sono mobilitate a dare prova della propria qualità ed efficacia. Quella qualità e quella efficacia sulle quali la nostra Unione ha sempre fatto leva e conto per affrontare e superare i momenti difficili della propria storia e della propria quotidianità”.
I nuovi Dirigenti Sezionali dovranno affrontare anche un’altra criticità: la composizione quali-quantitativa della compagine sociale e la sua evoluzione nel prossimo futuro.
Tale criticità, a dire il vero riscontrabile in altre strutture territoriali della Regione, dipende da due fattori cruciali: l’uno riconducibile alla composizione, per fasce di età, della base associativa; l’altro dalla carenza di adeguate politiche di marketing capaci di favorire una maggiore visibilità della Sezione e dei servizi resi agli utenti.
Da una breve indagine condotta nell’Anagrafe dei Soci è emerso quanto segue.
I Soci regolarmente iscritti alla Sezione alla data del 30/09/2017 erano 518; di questi n. 51 (10%) hanno un’età compresa tra 0 e 35 anni, n. 151 (29%) da 36 e 65 anni e n. 316 (61%) sono ultra sessantacinquenni. Nel corso degli ultimi due anni (2016/2017) sono stati cancellati dall’elenco anagrafico dei Soci n…167 iscritti, di cui: n. 64 perché deceduti, n. 76 per morosità persistente (mancato pagamento della quota associativa per due anni consecutivi) e n. 27 per recesso dal rapporto associativo. I dati rilevati mettono in evidenza che una elevata aliquota (61%) dei nostri iscritti è costituita da persone anziane, più esposte, per cause naturali, al rischio di decesso; questo è un dato di fatto, pressoché immodificabile nel tempo, atteso che sono proprio le persone di età avanzata, di norma, ad essere maggiormente colpite dalle patologie oculari. Il dato relativo alle cancellazioni per persistente morosità è, invece, suscettibile di essere migliorato incentivando i Soci a corrispondere la quota associativa mediante sottoscrizione di delega.
Nel periodo preso in esame le nuove iscrizioni sono state 43, insufficienti a fronteggiare le cancellazioni (soprattutto quelle riferite alle persone decedute) e, quindi, a mantenere quanto meno stabile la consistenza della base associativa.
E’ necessario porre in essere iniziative ed adottare nuove misure organizzative per evitare, in avvenire, ulteriori consistenti diminuzioni del numero complessivo degli iscritti.
Se, da un lato, è vero e giusto che l’Unione abbia sempre assistito ed assista indistintamente tutti i non vedenti ed ipovedenti prescindendo dall’appartenenza associativa, dall’altro è altrettanto vero che l’importanza e, talvolta, la forza contrattuale di una Associazione dipendano anche dalla sua rappresentatività, cioè dal numero dei propri iscritti.
Rivolgiamo un appello ai Soci per chiedere sostegno e solidarietà per il nostro impegnativo lavoro e per contribuire a pubblicizzare, con ogni mezzo, il valore dell’iscrizione al nostro Ente.
Dopo queste importanti, preliminari informazioni e considerazioni di carattere generale, richiamiamo la Vostra attenzione sulle linee programmatiche dei vari settori di attività.


PREVENZIONE DELLA CECITÀ E DELLE PATOLOGIE OCULARI. AMBULATORIO OCULISTICO.

Come già riferito in occasione della precedente Assemblea dei Soci (02/04/2017), il rifinanziamento della Legge Nazionale 284/1997 – che prevede l’impiego di fondi stanziati ogni triennio mediante trasferimenti alle Regioni per lo svolgimento dell’attività di prevenzione - ha subito un drastico taglio, per i noti problemi di finanza pubblica, riducendo lo stanziamento per la Regione Siciliana ad un importo assolutamente insufficiente a sostenere la predetta attività su base regionale. Tuttavia, l’Unione non può venir meno al proprio impegno statutario, sancito dall’art. 2, di promuovere ed attuare iniziative e azioni per la prevenzione della cecità, per il recupero visivo, per la riabilitazione funzionale e sociale delle persone cieche e ipovedenti. Pertanto, la Sezione continuerà a farsi carico di questo importantissimo servizio alla collettività avvalendosi di risorse finanziarie provenienti da altre fonti, nella speranza che le Autorità di Governo riesaminino il provvedimento adottato per migliorarlo.
L’attività di prevenzione, come di consueto, sarà attuata avvalendosi dell’opera svolta dalla struttura sanitaria della Sezione e dell’ausilio dell’U.M.O. (Unità Mobile Oftalmica) corredata di adeguati strumenti diagnostici e resa disponibile dal Consiglio Regionale Siciliano dell’U.I.C.I..
In merito all’attività svolta dal gabinetto oculistico, Vi informiamo che con lettera del 1° febbraio del corrente anno abbiamo avanzato all’A.S.P. n. 9 di Trapani la richiesta per trasformare la nostra struttura sanitaria da studio medico ad ambulatorio oculistico, in vista dell’ampliamento
della gamma delle prestazioni rese all’utenza, includendo la fluoroangiografia, importante esame diagnostico eseguibile presso strutture abilitate da specifica autorizzazione rilasciata dalla competente Autorità. La predetta Autorità Sanitaria, dopo l’esame di tutta la documentazione prodotta e l’accertamento ispettivo condotto presso i locali dove ha sede il gabinetto oculistico (Via Livio Bassi, 58/60), ha concesso la richiesta autorizzazione con provvedimento n. 34 del 3 luglio 2017. In tempi ravvicinati di azione si dovrà provvedere all’implementazione di procedure e alla dotazione di strumenti idonei all’effettuazione delle fluoroangiografie, che richiedono particolari accuratezza nell’esecuzione, la quale deve avvenire con l’assistenza di un medico specialista in anestesia e con l’ausilio di adeguate apparecchiature sanitarie, per fronteggiare eventuali casi di emergenza.
Si tratta di un importante arricchimento dell’offerta sanitaria che, ci auguriamo, possa contribuire, unitamente ad altre iniziative di natura organizzativa, a rilanciare l’attività dell’ambulatorio che, nel corso di quest’anno, ha mostrato preoccupanti segni di stagnazione del fatturato (previsione al 31/12/2017 70 mila euro circa, ben lontano dai 111 mila euro del 2015). Di tale negativo andamento dei volumi operativi si è tenuto conto nella formulazione del bilancio di previsione dell’esercizio 2018, atteso che il margine operativo lordo ( m.o.l. ) della gestione sanitaria, al momento, rappresenta l’unica reale fonte alternativa di provvista di fondi per autofinanziamento.


SERVIZIO CIVILE NAZIONALE


Come è noto (vedi relazione all’Assemblea Ordinaria dei Soci del 02/04/2017) nel mese di ottobre e di dicembre del 2016 sono stati presentati per l’approvazione all’Ufficio per il Sevizio Civile Nazionale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, due nuovi progetti denominati rispettivamente “ Be Link – Trapani” e “ Over wew Trapani “. Il primo prevede l’impiego di 50 volontari presso le 5 sedi di attuazione di Trapani, Alcamo, Marsala, Mazara del Vallo e Castelvetrano (nuova sede accreditata nel 2016 ); il secondo, destinato ad assistere i soggetti con disabilità visiva di cui all’art. 40 della legge 289/2002, assicurerà la disponibilità di 20 volontari presso le 5 sedi sopra indicate. Entrambi i progetti sono stati approvati da parte del competente Ufficio Governativo.
In particolare il progetto territoriale “Be Link Trapani“, ultimate tutte le incombenze previste dalla normativa di settore (verifiche preliminari, selezioni, formazione ed approvazione della graduatoria definitiva, ecc.. ), sarà avviato, verosimilmente, nel corso del primo trimestre del 2018, subito dopo la cessazione delle attività di servizio del progetto “B.E.T.A. Trapani”, tuttora in corso di svolgimento, fissata per il 12 marzo 2018. L’altro progetto “Over Wew Trapani”, ex art. 40 legge 289/2002, il cui iter attuativo è ancora nella fase iniziale, sarà operativo probabilmente nel secondo semestre del 2018.
L’esperienza, la capacità professionale e l’impegno della Sezione in questo settore di attività assicurano, praticamente senza soluzione di continuità, la presenza di numerosi volontari (nel 2018 saranno in attività di servizio complessivamente n. 70 unità) ai quali viene affidato il compito di assistere le persone cieche e ipovedenti con la prestazione di numerosi servizi (disbrigo delle loro attività quotidiane, accompagnamento dei lavoratori presso le sedi in cui sono impiegati, compagnia alle persone anziane che vivono da sole, ecc..), per contribuire, in buona sostanza, a migliorare la loro qualità di vita.
Per la realizzazione degli obbiettivi previsti dai progetti la Sezione si avvale della preziosa collaborazione dei Referenti Comunali e, soprattutto, degli Operatori Locali di Progetto (O.L.P.), ai quali và il nostro più sentito ringraziamento per il loro quotidiano e volontario impegno nel contribuire a garantire un ordinato svolgimento delle attività previste dai progetti medesimi.


ASSISTENZA E CONSULENZA SCOLASTICA

Nelle attività di assistenza e consulenza scolastica la Sezione non è coinvolta operativamente in modo diretto, tuttavia persegue e sostiene regolarmente tale attività avvalendosi della collaborazione della Dott.ssa Valentina Bellomo, responsabile dell’istruzione, e del Dott. Gioacchino Di Gloria, tiflologo del “ Centro di Consulenza Tiflodidattica “ di Agrigento.
Il servizio di assistenza scolastica è assicurato dalla Regione Siciliana per il tramite dei Liberi Consorzi operanti nel territorio dell’ex Provincia Regionale di Trapani. Sono 40 i giovani non vedenti, ipovedenti e minorati della vista con pluridisabilità scolarizzati nel territorio di competenza della Sezione, soci e non soci dell’Unione. Di questi nove frequentano la scuola primaria, dieci la scuola secondaria di primo grado, quattordici la scuola secondaria di secondo grado e sette l’università. Il servizio è prestato in maniera discontinua e non è garantita a tutti gli alunni e studenti sia l’assistenza all’autonomia e alla comunicazione durante le ore di frequenza in classe, sia il sostegno didattico pomeridiano. A tali carenze si aggiunge la non del tutto adeguata formazione professionale specifica degli assistenti i quali sono alle dipendenze delle Cooperative Sociali che hanno ottenuto l’appalto del servizio partecipando ai bandi di gara ad evidenza pubblica.
Il nuovo Consiglio Regionale Siciliano dell’ U.I.C.I., eletto il 18 maggio di quest’anno, ha molto a cuore la regolarità e l’efficacia con cui viene svolto il servizio di assistenza scolastica e, pertanto, dopo un approfondito esame dello stato in cui versano le nove Sezione Territoriale della Sicilia, ha deciso di intervenire su due fronti. In primo luogo, sulla formazione degli assistenti all’autonomia e alla comunicazione, avvalendosi dell’I.RI.FO.R. regionale, il nostro Istituto di Formazione, il cui accreditamento presso il competente Assessorato della Regione Sicilia è, ormai, alle battute finali. In secondo luogo, chiedendo all’Organo Governativo Regionale di instaurare un fattivo confronto, anche di natura tecnica, per ottenere un maggiore stanziamento di fondi e per migliorare, nel complesso, l’efficienza del servizio.
Il processo di inclusione scolastica e sociale degli alunni e studenti con disabilità visiva deve essere promosso con la partecipazione delle famiglie, nonché delle Associazioni di riferimento; deve rispondere ai differenti bisogni educativi e deve essere realizzato attraverso strategie educative e didattiche finalizzate allo sviluppo delle potenzialità di ciascuno, nel rispetto del diritto allo studio e all’autodeterminazione e nella prospettiva della migliore qualità di vita. Esso è impegno fondamentale di tutte le componenti della Comunità Scolastica, le quali, nell’ambito degli specifici ruoli e responsabilità, concorrono ad assicurare il successo formativo dei soggetti con disabilità.
Questi principi fondamentali sono contenuti nel D.lgs. 13 aprile 2017 n. 66 “Norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità, a norma dell’art. 1 comma 180 e 181 lettera c), della legge 107/2015 di riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione, detta “ La Buona Scuola “.
Nel corso del corrente anno scolastico (2017/2018) promuoveremo regolarmente incontri con i genitori dei nostri alunni e studenti per monitorare la qualità e le modalità di erogazione del servizio in parola, creando un “ gruppo di coordinamento” di queste attività, costituito dal Comitato dei Genitori, al quale parteciperanno anche la Dott.ssa Valentina Bellomo e il Dott. Gioacchino Di Gloria.


FORMAZIONE PROFESSIONALE E COLLOCAMENTO AL LAVORO

La formazione professionale e l’ingresso nel mercato del lavoro rappresentano allo stesso tempo sogni e bisogni dei minorati della vista. Alcuni anni fa l’ex Presidente Nazionale, ora Presidente Onorario della nostra Associazione, Prof. Tommaso Daniele, trattando dell’emergenza lavorativa dei ciechi e degli ipovedenti, affermava: “…il lavoro è un bene prezioso per l’intera umanità, ma per i ciechi e gli ipovedenti è prezioso due volte perché rappresenta la strada maestra per l’integrazione sociale. Uno dei padri storici della nostra Unione lo ha definito luce che ritorna, io mi permetto di aggiungere che è sicurezza, dignità, vita “.
Purtroppo l’emergenza lavorativa delle persone con disabilità visiva è molto grave; con l’introduzione delle nuove tecnologie sono stati ridotti notevolmente i posti di lavoro, quindi è necessario che vengano individuate e rese realmente operative nuove figure professionali. C’è poi il problema della mancata corretta applicazione delle normative di settore su cui occorre vigilare e, quando necessario, intervenire con incisività.
Il nostro Socio, Dott. Vincenzo Bologna di Alcamo, eletto Consigliere Regionale nel corso dell’Assemblea del 2 aprile, è stato nominato dalla Sezione anche Componente della Commissione Regionale di Lavoro “Nuove Attività Lavorative“ guidata dal collega Carmelo Di Martino, Presidente della Sezione Territoriale di Siracusa. Auspichiamo che dai lavori della predetta Commissione possano scaturire utili suggerimenti, proposte e interventi che diano un significativo contributo all’attività della omologa Commissione Nazionale, il cui compito è, appunto, quello di contribuire, d’intesa con le competenti Autorità Governative, a creare nuovi sbocchi lavorativi per la nostra categoria. Nel frattempo Vi terremo costantemente informati sull’argomento supportandoVi nella ricerca di un eventuale impiego e per l’iscrizione nelle graduatorie presso Enti Pubblici o nelle liste di collocamento dei centralinisti telefonici che, ahimè, risultano intasate per i motivi sopra esposti. Comprendiamo bene la frustrazione sofferta dai nostri assistiti i quali, data la difficile situazione, vedono deluse le proprie aspettative di lavoro. Dal canto nostro, possiamo dirVi che nella graduatoria delle priorità dell’Unione l’emergenza lavoro è collocata al primo posto. La nostra storia ci insegna che i tanti momenti difficili vissuti in cento anni soni stati sempre affrontati e risolti, infine, con incessante e tenace determinazione. Questo è uno di quei momenti!


SEGRETARIATO SOCIALE ED ASSISTENZA

Rinnoviamo il nostro impegno a proseguire, nel prossimo anno, nell’azione di assistenza in favore dei nostri utenti per il disbrigo delle numerose pratiche concernenti le problematiche legate alla disabilità visiva, cosi come avvenuto negli anni precedenti.
In particolare, avvalendoci della valida collaborazione del Patronato A.N.M.I.L. (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro), assicureremo ai nostri assistiti il sostegno per il riconoscimento della cecità e invalidità civile e per il conseguimento delle prestazioni economiche che vengono erogate dall’I.N.P.S. Presteremo, inoltre, il nostro supporto per l’ottenimento della contribuzione figurativa ai fini pensionistici a beneficio dei centralinisti telefonici non vedenti (legge 113/85 recentemente sottoposta a revisione con positive ricadute sul piano economico).
Non mancheremo, infine, di svolgere, con l’aiuto proficuo dei nostri Referenti Comunali, altri importanti compiti in favore dei minorati della vista residenti nel territorio di competenza. In particolare:
a)- adempimenti amministrativi finalizzati ad ottenere esenzione dai tickets sanitari;
b)- disbrigo delle pratiche per l’ottenimento di ausili e presidi sanitari;
c)- rilascio di tessere ferroviarie e di tessere per trasporti urbani ed extra urbani per fruire degli sconti tariffari riservati alle persone disabili;
d)- assistenza per l’ottenimento del contrassegno per la sosta dei veicoli negli stalli riservati agli invalidi;
e)- raccolta delle richieste di stampa di testi in “Braille“ ed in “ large print “ ad uso didattico, culturale e documentale, da inoltrare alla Stamperia Regionale Braille;
f)- consulenza in materia di agevolazioni fiscali in favore della categoria;
g)- esame ed accoglimento delle richieste di accesso al servizio di patrocinio legale gratuito;
h)- elaborazione del modello 730, UNICO ed ISEE a tariffe agevolate riservate ai soci dell’Unione ed ai componenti del loro nucleo familiare, grazie alla Convenzione Nazionale con il CAF A.N.M.I.L.;
i)- servizi di assistenza generica a soci che versano in situazioni di particolare difficoltà;
l)- servizio di consulenza informatica a domicilio.
In merito a quest’ultimo punto Vi segnaliamo che per il 2018 è prevista una riedizione del corso di informatica denominato “in ……formati“, mediante la realizzazione di apposito progetto del’I:RI.FO.R. Sede di Trapani, già sperimentato negli anni 2013/2014. Tale iniziativa ha per oggetto corsi di informatica individuali al domicilio di soggetti non vedenti impossibilitati a raggiungere la sede corsuale; si tratta di un intervento formativo-riabilitativo a carattere individuale programmato in base alle esigenze ed alle richieste della persona con disabilità visiva, e realizzato esclusivamente al domicilio. Le finalità di un programma di formazione domiciliare ed individuale pongono al centro dell’attenzione del formatore la persona, le sue esigenze e le sue difficoltà. L’intento è quello di valorizzare le capacità potenziali del discente.
I soci residenti fuori dal territorio comunale di Trapani, per fruire dei servizi sopra indicati possono rivolgersi al Referente U.I.C.I. del proprio comune di residenza. La presenza sul territorio dei Referenti Comunali agevola e rende capillare l’erogazione del servizio di Segretariato Sociale, che ricomprende anche l’approntamento delle richieste di iscrizione all’Unione corredate dalla prescritta documentazione, anche di natura sanitaria. Ciò in quanto questi preziosi collaboratori volontari, soci e non soci dell’U.I.C.I., sono in grado, per la conoscenza diretta dei loro territori, di individuare ed accogliere richieste di assistenza e riportarle puntualmente ai responsabili della Sede Sociale.
Con l’occasione vogliamo ringraziare calorosamente questi validi collaboratori per la serietà, correttezza ed efficienza con cui svolgono l’incarico, rendendosi indispensabili nel farsi portavoce solerti ed attenti dei fabbisogni dei loro concittadini.
Il nuovo Regolamento Generale evidenzia l’importanza del ruolo dei Referenti Comunali, prevedendo la loro partecipazione alle sedute del Consiglio Sezionale. Pertanto, d’ora in avanti, in conformità dell’art 4 (R) comma 8, l’avviso di convocazione del predetto Organo sarà trasmesso anche a tali figure organizzative.

 

ATTIVITÀ DI SOCIALIZZAZIONE E IMPIEGO DEL TEMPO LIBERO

Anche nel prossimo anno la Sezione organizzerà svariate attività di socializzazione per favorire i contatti tra gli associati per lo scambio di esperienze, e con le persone vedenti, al fine di dare vita a momenti di integrazione sociale. Le attività ricreative che programmeremo saranno portate, in tempo utile, a conoscenza dei soci con appositi comunicati diramati con il nuovo sistema di comunicazione interna che sarà del tutto operativo nel corso del 2018. Inoltre, Vi informiamo che per la realizzazione delle iniziative in parola abbiamo aumentato, in sede di bilancio di previsione, lo stanziamento al pertinente capitolo di spesa.
In ambito culturale, è intendimento della Sezione incominciare a promuovere e diffondere la cultura musicale tra i nostri associati con iniziative ed eventi da realizzare anche con la collaborazione di altri Enti, Associazioni e Clubs di servizio.
Al riguardo, Vi segnaliamo che il nostro Socio, Dott. Carmelo Fiscelli di Salemi, è stato nominato dalla Sezione componente della Commissione Regionale di Lavoro “ Studi Musicali“, coordinata dal Maestro Giovanni Arestia, Vice Presidente della Sezione Territoriale di Ragusa.
Infine, per quanto riguarda lo sport, Vi comunichiamo che il nostro Socio sig. Maurizio Romeo, atleta e Campione Nazionale di Triathlon, è stato inserito nella Commissione Regionale di lavoro “ sport, tempo libero e turismo sociale“, su designazione della Sezione. Confidiamo nelle abilità, passione e competenza del signor Romeo per creare occasioni di aggregazione tra i nostri iscritti giovani e meno giovani che si mostrino interessati a praticare le discipline sportive.


UN NUOVO SERVIZIO: CONSULENZA PSICOLOGICA PER IL SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ

La nostra Sezione, al fine di sostenere i genitori di bambini e ragazzi con disabilità visiva nel difficile compito educativo e relazionale, ha deciso di offrire loro un servizio gratuito di consulenza psicologica per il sostegno alla genitorialità mediante la realizzazione di incontri di approfondimento e confronto delle esperienze tra genitori di bambini e ragazzi ciechi e ipovedenti (con o senza disabilità aggiuntive).
L’obbiettivo degli incontri è quello di dare ai genitori un’occasione per accrescere in modo consapevole la propria competenza genitoriale, ed accompagnarli nell’affrontare le difficoltà della relazione educativa attraverso la riflessione, l’ascolto, il confronto ed il coinvolgimento personale. I destinatari sono, di norma, i genitori di alunni e studenti con disabilità visiva, ma anche i genitori di soggetti non vedenti o ipovedenti con pluridisabilità.
Gli incontri di gruppo, che si terranno presso i locali della Sezione, si svolgeranno con cadenza mensile della durata di due ore ciascuno. Detti incontri saranno attivati per un numero minimo di sei genitori o coppie di genitori. Potranno essere programmati, se richiesti, incontri di supporto a singolo genitore o coppia di genitori della durata di un’ora ciascuno. A tali singoli incontri, che verranno fissati sulla base di programmazione attuata dalla Sezione, potranno aderire, in via del tutto eccezionale, anche soggetti diversi da quelli sopra indicati, che manifestino segni di disagio psicologico conseguenti allo stato di disabilità visiva sofferto.
Gli incontri di gruppo ed individuali saranno guidati dalla dott.ssa Valentina Bellomo, psicologa di fiducia della Sezione.
Il nuovo servizio è stato attivato nel mese di ottobre di quest’anno ed attraverserà una fase sperimentale della durata di sei mesi (sino a marzo 2018), al termine della quale sarà effettuata una verifica sull’efficacia e sul gradimento degli interventi consulenziali attuati; nel caso di positivo riscontro, la prestazione del servizio potrà essere consolidata.
Confidiamo nel buon esito di questa iniziativa posta in essere nell’intento di arricchire la complessiva azione solidale di sostegno e di assistenza svolta dalla Sezione a beneficio dei nostri iscritti.


ASPETTI ORGANIZZATIVI. COMUNICAZIONE INTERNA.

Nei primi mesi del prossimo anno sarà portata a temine la revisione e l’aggiornamento dell’ Anagrafe Unica Nazionale dei soci della Sezione. Questo lavoro, iniziato sin dalla fine del 2016, ha richiesto un notevole impegno a causa delle numerose lacune ed errori riscontrati nel corso dell’indagine amministrativa interna avviata subito dopo l’inizio della gestione commissariale. Durante la fase di implementazione della nuova banca dati, le inopportune ed anomale interferenze operative del precedente Presidente Sezionale avevano cagionato una serie cosi notevole di inesattezze da rendere incompleto e poco attendibile l’elenco anagrafico dei soci della Sezione risultante dall’applicazione del nuovo software operativo.
Nel corso dell’anno dovrà essere avviata analoga attività di riordino dell’archivio dei fascicoli personali degli iscritti, alcuni dei quali risultano addirittura mancanti.
In conformità dell’art. 22 dello Statuto Sociale e del Regolamento Generale si dovrà provvedere alla costituzione del “Comitato Sezionale dei Giovani“, composto da soci effettivi fino a trentacinque anni di età e dai minori rappresentati dai soci tutori, in numero di cinque; analogamente si procederà per la costituzione dei seguenti altri comitati sezionali: Comitato dei Centralinisti Telefonici, Comitato dei Fisioterapisti, Comitato dei Genitori, Comitato per le attività Sportive e ricreative e l’impiego del Tempo Libero, Comitato Anziani.
Dopo un periodo di sperimentazione durato diversi mesi, nel 2018 sarà definitivamente operativo il nuovo sistema di comunicazione interna.
La comunicazione interna, tra la struttura sezionale e la base associativa, è un elemento cruciale del complessivo assetto organizzativo. La diffusione puntuale ed efficiente delle informazioni e delle notizie utili tra i soci contribuisce, in maniera determinante, a rafforzare il senso di appartenenza e la fidelizzazione degli iscritti, oltre a rivelarsi molto utile a fini pratici.
Atteso che nel recente passato questo aspetto della strategia organizzativa è apparso come un punto di debolezza dell’operatività sezionale, abbiamo deciso di compiere ogni utile sforzo al fine di porre in essere una molteplicità di canali di comunicazione per consentire ai soci di essere costantemente informati sulle iniziative adottate e sulle attività svolte dalla Sezione, comprese quelle promosse dai superiori Organi Nazionali e Regionali.
Pertanto, indichiamo di seguito gli strumenti tecnici ai quali è affidato il flusso informativo diretto alla compagine degli iscritti.
*Segreteria Telefonica
Il servizio, ripristinato di recente, consente l’ascolto, in sequenza temporale, della sintesi dei comunicati via via posti in essere dalla Sezione e riguardanti notizie e informazioni utili afferenti alle attività istituzionali, ad iniziative varie di svago, all’organizzazione di eventi e manifestazioni, alle celebrazioni, ecc.. Per attivare l’ascolto basta chiamare il seguente numero telefonico:
0287189972
*Invio di messaggi tramite telefonia mobile (SMS su telefoni cellulari)
E’ possibile ricevere brevi comunicazioni sul proprio telefono cellulare, o su quello di un congiunto, tramite messaggi trasmessi dalla Sezione con apposita procedura telematica. Per un efficace utilizzo di tale strumento di comunicazione è necessario disporre di una banca dati (rubrica telefonica) quanto più ampia possibile e costantemente aggiornata; pertanto, ove riteniate utile avvalerVi anche di tale modalità per essere informati, Vi preghiamo di voler comunicare ai nostri uffici (telefono 0923/873232) il numero del Vostro telefono cellulare ovvero, in mancanza, quello di un congiunto.
*Indirizzo di posta elettronica (e-mail)
La comunicazione interna può aver luogo anche mediante utilizzo della posta elettronica (e-mail) servendosi di personal computer ed “internet”. Anche in questo caso è necessario disporre di apposita banca dati degli indirizzi e-mail dei soci; pertanto, segnalando alla Sezione il Vostro indirizzo di posta elettronica (o quello di un congiunto) potrete ricevere le comunicazioni, in formato accessibile, sul personal computer o su apparati elettronici similari.
*Sito internet e social network
Da circa tre anni sono attivi sia il sito web sezionale che la pagina facebook. Comunicati della Sezione, circolari della Presidenza Nazionale e del Consiglio Regionale Siciliano, circolari I.RI.FO.R., convocazioni degli Organi associativi, ecc.. vengono puntualmente inseriti, in formato accessibile, sia sul sito internet che sulla pagina facebook, consultabili ai seguenti indirizzi:
Sito internet: www.uiciechitrapani.it
Facebook: Unione Ciechi Ipovedenti Trapani


COMMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL’ESERCIZIO 2018.

Nella predisposizione del bilancio di previsione dell’esercizio 2018 sono stati osservati principi di trasparenza e correttezza ed abbiamo tenuto conto del fondamentale obbiettivo di coniugare il perseguimento e la stabilità dell’equilibrio economico-finanziario della gestione con l’esigenza di programmare ed attuare un’attività di servizio, a beneficio dei nostri utenti, quanto più possibile qualificata e ricca di prestazioni. Riteniamo che le scelte programmatiche enunciate nella presente relazione vadano nella direzione indicata.
Per quanto riguarda i valori presunti attribuiti ai principali aggregati di costo e di ricavo, essi esprimono dinamiche finanziarie che prevedono, tra l’altro, una inattesa mancata crescita dei volumi operativi
dell’attività sanitaria e una congrua e coerente riduzione del costo complessivo del personale (di circa 35 mila euro) realizzata con il ricorso, un’altra volta, al regime retributivo del “tempo parziale”, come avvenuto negli esercizi 2014 e 2015. Il Rendiconto Gestionale Preventivo individua il risultato della gestione rappresentato da un pareggio di bilancio. Il totale delle entrate previste, corrispondente al totale della spesa complessiva, ammonta ad euro 244.200,00. In tale ultimo aggregato è ricompresa una spesa in conto capitale pari ad euro 18.200,00 destinata soprattutto all’acquisto di apparecchiature sanitarie da impiegare nell’attività dell’ambulatorio oculistico ( campimetro, defibrillatore con monitor, laringoscopio, ecc.).
Confidiamo nella possibilità di conseguire dei risparmi di gestione, rispetto alle previsioni (maggiori entrate e/o minori spese), talchè possano realizzarsi margini economici positivi che consentano di coprire l’eliminazione contabile dai “RESIDUI ATTIVI” (insussistenza di attività) della posta relativa alla quota residua (pari ad euro 28.805,00) del contributo della Regione Siciliana riferito all’esercizio 2013, da ritenere, ormai, in buona parte inesigibile per l’insuccesso delle note azioni legali a suo tempo intraprese dal Consiglio Regionale Siciliano.
In estrema sintesi, la correlazione Entrate/Spese di competenza dell’esercizio, contenuta nel budget 2018, può essere rappresentata dallo schema seguente:
ENTRATE EURO
A) quota parte contributo regionale 125.000,00
B) quote associative 16.000,00
C) proventi ambulatorio oculistico 80.000,00
D) altre entrate diverse 8.200,00-
Totale entrate correnti 229.200,00

E) entrate in conto capitale 15.000,00
TOTALE GENERALE ENTRATE 244.200,00

SPESE EURO
A) costo complessivo del personale 90.000,00
B) altri costi di struttura 64.400,00
C) costo delle prestazioni sanitarie dell’ambulatorio oculistico 40.000,00
D) costo delle altre prestazioni istituzionali 18.600,00
E) costi diversi 13.000,00
Totale spese correnti 226.000,00
F) Spese in conto capitale 18.200,00
TOTALE GENERALE SPESE 244.200,00

Nei futuri esercizi dovrà essere mantenuta l’adeguatezza delle scelte strategiche e la correttezza dell’azione amministrativa e contabile, nonché l’economicità della stessa. In particolare, occorrerà provvedere al graduale ammortamento del deficit (pari ad euro 31.925,00 al 31/12/2016) iscritto a “RESIDUI PASSIVI“ e relativo agli accantonamenti al Fondo di Trattamento Fine Rapporto (T.F.R.) del personale in servizio ancora da versare a primaria Compagnia di Assicurazioni (GENERALI – INA – ASSITALIA), a valere sulla polizza a suo tempo posta in essere a garanzia del T.F.R. medesimo. Al 31/12/2016 i diritti netti maturati ammontavano ad euro 97.612,00 di cui versati a garanzia euro 65.687,00.
L’adeguamento dell’investimento del Fondo T.F.R. s’impone, in primo luogo, per ragioni di legittimità e regolarità amministrativo – gestionale; in secondo luogo, perché, secondo quanto previsto dalla normativa interna, le Sezioni che non siano in regola con l’accantonamento del T.F.R. sono escluse dalla partecipazione al “Fondo di Solidarietà” la cui fruizione contribuisce al consolidamento e allo sviluppo delle strutture sul territorio.

Cari Amici,
in chiusura di questa lunga ma circostanziata relazione desidero esprimere il mio più sincero ringraziamento a tutti Voi, per la composta moderazione e tolleranza con cui avete seguito le ultime tristi vicende che hanno interessato la vita della nostra Sezione. Di sicuro lo svolgimento del mio incarico avrà presentato delle lacune, tuttavia, ho la piena consapevolezza di avere operato con autentica determinazione ed impegno per ricondurre alla normalità l’amministrazione di questa struttura territoriale e per salvaguardare il conseguimento delle finalità associative, nel superiore ed esclusivo interesse della tutela dei diritti dei ciechi e degli ipovedenti Trapanesi e dell’immagine della nostra Unione.
A tutti i dipendenti ed ai collaboratori della Sezione rivolgo la mia gratitudine per non aver fatto mai mancare il loro valido aiuto ed il loro sostegno, in tutti questi mesi.
Al Prof. Gaetano Minincleri, Presidente del Consiglio Regionale Siciliano, e alla Dott.ssa Linda Legname, componente della Direzione Nazionale, và la mia riconoscenza per aver riposto la loro fiducia nella mia persona.
Salemi, 19 novembre 2017


IL COMMISSARIO STRAORDINARIO
(Dr. Pietro Catalano)

  


RELAZIONE PROGRAMMATICA RELATIVA ALL’ESERCIZIO 2018

{m4a}ottobre2017/Relazioneprogrammatica{/m4a}

Comunicato n.30 del 25.10.2017 - Sezione Territoriale di Trapani